Corallo

MARTIN COLOGNOLI - GUARDIANO DEL CORALLO

Logo Coral Guardian Blanc

L'associazione Coral Guardian espone il corallo al Museo Oceanografico di Monaco

La mostra fotografica CORAIL ci permette di scoprire la straordinaria storia dei pescatori tradizionali indonesiani, dalla piccola isola di Serava Besar al largo della costa occidentale dell’isola di Flores, che proteggono e ripristinano l’ecosistema distrutto da cui dipendono direttamente per il loro sostentamento: la barriera corallina. Quest’isola si trova al centro del Triangolo dei Coralli, l’epicentro della biodiversità marina del pianeta. 6 milioni di km², il 76% delle specie di corallo e il 56% dei pesci della barriera corallina della regione indopacifica. Ha più biodiversità che in qualsiasi altra parte del mondo.

La mostra fotografica CORAIL durerà dal 20 giugno 2020 al 3 gennaio 2022.

Martin Colognoli

Nel 2012, Martin Colognoli, un biologo marino, ha co-fondato Coral Guardian, un’associazione francese senza scopo di lucro secondo la legge del 1901. Coral Guardian si dedica alla conservazione degli ecosistemi corallini grazie alle comunità locali che dipendono da loro, alla sensibilizzazione e alla partecipazione alle scoperte scientifiche.

La mostra fotografica

Più di venti immagini di grande formato immergono i visitatori nel fragile mondo delle barriere coralline, evidenziando l’armonia tra gli esseri umani e la natura: un messaggio che è allo stesso tempo urgente e pieno di speranza.

Exposition corail guardian musée océanographique monacol
MARTIN COLOGNOLI - CORAL GUARDIAN - (c) Photo : M. Dagnino-Institut océanographique

Tu me lo dici, io lo dimentico. Tu mi insegni, io ricordo. Tu mi coinvolgi, io imparo.

Benjamin Franklin.

Conservazione marina partecipativa

Coral Guardian si distingue per lo sviluppo di azioni concrete di ripristino della barriera corallina sul terreno che coinvolgono le popolazioni locali. Attraverso le sue azioni, l’associazione ha acquisito un’esperienza unica nel campo. Il coinvolgimento delle persone che dipendono direttamente da questi ecosistemi ha permesso la creazione di un modello di restauro sostenibile basato sulla scienza e la pratica. Infatti, l’impegno delle principali parti interessate è un fattore chiave per il successo. I progetti hanno poi un impatto duraturo e concreto sulla situazione delle comunità, che se ne appropriano.

Exposition corail guardian musée océanographique monacol

Il triangolo di corallo è in pericolo

L’aumento della temperatura dell’acqua, il livello del mare e l’acidità degli oceani (effetti del cambiamento climatico) stanno minacciando le barriere coralline di tutto il mondo. Gli scienziati stimano che potremmo perdere fino al 70% delle barriere coralline del mondo nei prossimi 50 anni. La pesca eccessiva e le tecniche di pesca altamente distruttive, come la pesca con le bombe e il cianuro, sono responsabili dell’esaurimento degli stock ittici a un livello che potrebbe essere irreversibile. Nonostante le crescenti minacce, c’è speranza. Le barriere coralline del Triangolo dei Coralli sono sopravvissute per milioni di anni e alcune specie stanno affrontando sorprendentemente bene gli effetti del cambiamento climatico. Ecco perché il Triangolo dei Coralli nasconde dei segreti che fanno sperare gli scienziati. La più grande fonte di speranza per il Triangolo di Corallo è la sua gente che dipende così pesantemente da esso.

Da scoprire nella scala della Sala della Principessa Alice...

Exposition corail guardian musée océanographique monacol

La squadra è nel bel mezzo del trapianto. Le colonie di corallo sono frammentate e poi saldamente attaccate al supporto metallico. Un mese dopo, questi coralli avranno, grazie al loro scheletro calcareo, avvolto la struttura per fissarsi e inizieranno quindi la loro crescita verso il sole.

Exposition corail guardian musée océanographique monacol

In questo villaggio di pescatori dell’isola, il pesce è la principale fonte di proteine. Il consumo medio è di 4 o 5 chili al giorno per nutrire una famiglia. Le specie di pesci consumate dipendono principalmente dalla barriera corallina.

Exposition corail guardian musée océanographique monacol

L’evoluzione di una zona restaurata in soli tre anni. Questa è una perfetta illustrazione del ritorno della barriera corallina in una zona dove il fondo è in costante movimento. Queste strutture forniscono un solido supporto per le colonie trapiantate. Le condizioni ambientali sono favorevoli al ritorno della vita.

anche da scoprire su questo tema